Perché Serena Williams distruggerà idee sbagliate su gravidanza e fragilità | Opinione | 2018

Perché Serena Williams distruggerà idee sbagliate su gravidanza e fragilità

Serena Williams vince il singolare femminile ai campionati di tennis Australian Open a Melbourne, in Australia, a 20 settimane di gravidanza. Foto, AP Photo / Aaron Favila.

Il corpo di Serena Williams è stato fonte di meraviglia e scrutinio da quando è diventata professionista fin da adolescente e ha vinto 23 titoli del Grande Slam, più di ogni altro tennista nel Era aperta, maschio o femmina.

Gran parte dell'attenzione è adorante. Williams ha abbellito la cover di Vogue e ha posato in un perizoma in il problema del costume da bagno . Ha fatto un'apparizione a sorpresa twerking nell'album visivo Lemonade di Beyoncé. Ma durante la sua carriera, Williams ha anche sopportato il più sprezzante disprezzo razzista e sessista del suo corpo. È stata definita troppo grande, troppo muscolosa, troppo scura, troppo formosa, troppo virile. La settimana scorsa, l'esame scrutatore ha raggiunto il culmine quando Williams ha pubblicato un selfie

rivelando la sua pancia arrotondata in un costume da bagno giallo , con la didascalia "20 settimane". I fan hanno fatto i conti e hanno capito che Williams era incinta quando ha vinto l'Australian Open lo scorso gennaio. Foto, Instagram / @ serenawilliams.

Non è un risultato insignificante, anche per sua. Ha anche ammesso di essere stata un po 'nervosa per giocare. Questo fino a quando l'istinto del suo campione non ha esordito: "Sentivo davvero di non aver avuto il tempo di affrontare qualsiasi emozione extra, qualsiasi cosa in più", ha detto alla stampa, "perché, incinta o no, nessuno lo sapeva, e io avrebbe dovuto vincere quel torneo come lo sono ogni torneo che mostro [per]."

Williams potrebbe essere concentrato, ma la notizia che lei e il suo fidanzato Alexis Ohanian avranno un bambino questo autunno ha molto del mondo impazzendo in una frenesia di speculazioni: è questa la fine della sua carriera? Può giocare dopo la gravidanza? Che cosa darà alla luce il suo potere, la sua velocità, la sua ambizione?

Sembra che dopo averci sbalordito così spesso con il suo straordinario talento atletico, Williams ora ci stordisca rimanendo incinta, uno dei più comuni atti umani di tutti .

Come icona culturale, nonché eroe dello sport, Williams ha sempre rappresentato qualcosa di più grande di lei. La sua gravidanza non è diversa. Ha sfidato le aspettative su ciò che le donne possono ottenere nello sport. Ora è pronta ad affrontare le percezioni errate e le paure sulla fragilità femminile quando si tratta di riproduzione, che sono state a lungo utilizzate per mettere in secondo piano le donne.

Nell'era vittoriana, mentre gli sport moderni venivano sviluppati e formalizzati, si riteneva che l'attività ha prosciugato l'energia dagli organi riproduttivi delle donne. Pierre de Coubertin, fondatore delle Olimpiadi moderne, ha affermato che "a prescindere da quanto possa essere dura una sportiva, il suo organismo non è tagliato per sostenere alcuni shock. I suoi nervi governano i suoi muscoli, la natura lo desiderava in questo modo."

Correlati: Come l'allattamento al seno divenne la tendenza più nuova della moda


L'American College of Obstetricians and Gynecologists pubblicò la sua prima serie di linee guida per l'esercizio prenatale nel 1985, avvertendo le donne non elevare le loro frequenze cardiache con qualcosa di più faticoso di una passeggiata. Nel 1997, quando Sheryl Swoopes della WNBA tornò a praticare sei settimane dopo il parto, fu scioccante. Fu tra le prime atlete professioniste ad avere un figlio e poi a tornare alla competizione.


Oggi, Williams ha molte compagnie. La sua amica e due volte campionessa del Grande Slam Victoria Azarenka tornerà a giocare a tennis questa estate, dopo aver preso una pausa dopo la nascita del suo primo figlio. Azarenka rifiuta il termine "ritorno" - sottolineando che ha appena avuto un bambino, che non è stata ferita o sospesa. E in precedenza, Kim Clijsters ha avuto una carriera da tennis di grande successo dopo essere diventata madre, vincendo tre titoli importanti dopo la nascita di sua figlia nel 2008.

Infatti, molti atleti hanno gareggiato durante la gravidanza: il giocatore di beach volley statunitense Kerri Walsh ha vinto il suo terzo oro alle Olimpiadi del 2012 mentre era al suo primo trimestre. La bigodina canadese Kristie Moore ha gareggiato alle Olimpiadi del 2010 mentre era incinta di cinque mesi. (La squadra ha vinto l'argento.) I maratoneti Kara Goucher e Paula Radcliffe hanno modificato i regimi di allenamento, ma continuano a punire, durante le loro gravidanze. E proprio la scorsa settimana, una donna di Moncton ha completato la maratona di Boston mentre era incinta di otto mesi.

Conosciamo molto sulle fasi e le età della carriera di un atleta professionista, dall'energico ma inconsistente novellino, alla media stagionata e costante giocatore in carriera, al veterano più lento ma più strategico. Stiamo ancora imparando come le abilità e le abilità degli atleti delle donne si evolvono e cambiano nel corso della loro vita. Non abbastanza donne hanno avuto opportunità professionali prima di avere figli, o il supporto per continuare la loro carriera in seguito.

Correlati: Vincitore Olimpico di Diver messo in ombra dalla proposta di matrimonio del suo fidanzato


Né la ricerca è stata dedicata alla comprensione dell'impatto gravidanza su prestazioni atletiche, o su donne atleti in generale, del resto. (E, cosa interessante, una storia di New Scientist suggeriva che gli atleti avrebbero avuto un piccolo impulso dalla gravidanza a causa di un aumento del volume dei globuli rossi, che porta più ossigeno ai muscoli.)


L'ultima volta che Williams ricalibrò la sua carriera fu nel 2012, quando aveva 30 anni e ha iniziato a lavorare con un nuovo allenatore, Patrick Mouratoglou. Lei gli disse che voleva solo vincere un ultimo importante titolo di singolare prima che la sua carriera fosse finita. Da allora ha vinto 10, oltre a una medaglia d'oro olimpica. Mouratoglou chiama la gravidanza di Williams una nuova "favolosa" nuova sfida.

E all'inizio di questa settimana, in un'intervista alla conferenza TED di Vancouver, Williams, che sta decollando il resto del 2017, ha detto che non andrà in pensione. "Ho sicuramente intenzione di tornare. Non ho ancora finito ", ha detto Williams. La maternità "è solo una nuova parte della mia vita. Il mio bambino sarà sulle tribune e spero di tifare per me."

Inserisci Un Commento