Quanto dai in beneficenza? I canadesi sono in ritardo negli Stati Uniti | Denaro e carriera | 2018

Quanto dai in beneficenza? I canadesi sono in ritardo negli Stati Uniti

Alcuni anni fa ho apportato un importante cambiamento alla mia vita - ho lasciato il mio lavoro sicuro ea tempo pieno per diventare uno scrittore freelance. Era una mossa rischiosa, ma ero riuscito a racimolare abbastanza per pagare le mie bollette per i primi mesi. Ero eccitato per il futuro e terrorizzato allo stesso tempo. E se nessuno mi avesse assunto? Cosa succede se non potessi pagare i miei conti?

Quando ho fatto il mio negozio di alimentari una sera durante la mia prima (non molto impegnata) settimana di lavoro autonomo, ho impulsivamente riempito due grandi sacchi di carta con zuppa, latte artificiale e tonno in scatola da mettere nel cestino della donazione di cibo in banca la facciata del negozio. Ho speso di più per la donazione che per la mia spesa. Mi sentivo come un milione di dollari e, per quel momento, ho smesso di preoccuparmi della mia situazione.

In Canada, una grande parte della nostra popolazione fa affidamento su organizzazioni caritatevoli per soddisfare i loro bisogni primari. Ecco perché questo rapporto è angosciante per me - i canadesi danno molto meno degli americani in beneficenza ogni anno secondo i dati del 2008. Quell'anno abbiamo dato un misero 0,73 percento del nostro reddito mentre gli americani hanno dato l'1,38 percento ( quasi il doppio !!).

Se fossimo riusciti a dare quanto gli americani, gli enti di beneficenza canadesi avrebbero avuto 8 miliardi di dollari in più quell'anno.

Ora, Manitoba riceve uno speciale shout-out - è la provincia più generosa e ha dato lo 0,94% - ma è ancora molto indietro rispetto alle cifre a sud del confine. Niente contro i nostri amici americani, ma il Canada, possiamo fare meglio, no?

Alcuni esperti dicono che dovresti mirare a dare almeno il 3 percento del tuo reddito al netto delle tasse in beneficenza, ma quel numero potrebbe anche essere molto più alto a seconda delle circostanze e delle spese mensili. Dopotutto, quando si effettua una donazione, si ottiene anche un credito d'imposta: è logico in termini di pianificazione finanziaria.

Io, per esempio, do sempre alla nostra banca del cibo locale - secondo Food Banks Canada, circa 870.000 canadesi al mese si rivolgono alle loro agenzie di banche alimentari per chiedere aiuto ogni mese. Senza di loro, sarebbero affamati. È facile dare alla banca del cibo: uffici, chiese e negozi di alimentari spesso aiutano a guidare gli alimenti fornendo punti di consegna.

Ci sono così tante grandi organizzazioni là fuori che aiutano i canadesi con le loro necessità quotidiane. Prendiamoci tutto il tempo per riconoscerlo e dare un po '(o molto!) Alla carità della vostra scelta prima che il 2010 sia finito.

Inserisci Un Commento