Dr. Oz: Cinque dolori che non dovresti mai ignorare | Salute | 2018

Dr. Oz: Cinque dolori che non dovresti mai ignorare

Getty Images

Come chirurgo cardiaco, ho incontrato persone con tutti i tipi di dolori e dolori. E posso dire con certezza che il dolore è uno dei sistemi di allarme più complessi e fraintesi dei nostri corpi. A volte significa che abbiamo semplicemente esagerato in palestra, mentre altre volte può essere un segno di qualcosa di molto più serio, persino mortale. In effetti, sapere come riconoscere questi cinque dolori più pericolosi potrebbe salvarti la vita.

1. Mal di testa da fulmine e fulmine
Il mal di testa può variare da fastidioso a debilitante vero e proprio. Ma c'è un tipo che mi preoccupa davvero. Questo mal di testa arriva senza preavviso, si sente come un'esplosione intensa e può avere conseguenze devastanti. La gente lo descrive quasi sempre come "il peggior mal di testa della mia vita", ed è solitamente il risultato di un aneurisma (un palloncino anormale che cresce dal muro di un vaso sanguigno indebolito) che esplode nel cervello. Può portare a ictus o addirittura la morte se non trattata rapidamente. Fortunatamente, riconoscere questo mal di testa e raggiungere rapidamente l'ospedale può migliorare le probabilità di sopravvivenza. Mentre alcune persone nascono con aneurismi, molti di noi non lo sono. E le buone abitudini di stile di vita - come non fumare e controllare la pressione del sangue - fanno molto per impedire loro di rompersi o addirittura di accadere in primo luogo.

2. Impugnatura attorno al petto
Se avverti un progressivo peggioramento della tensione al centro del petto che si irradia lungo il braccio sinistro o fino al collo e alla mascella, potrebbe segnalare un attacco di cuore. Mi preoccupo perché molte donne aspettano troppo a lungo per cercare aiuto, forse pensano che la pressione sia troppo mite per essere un vero infarto. Sii consapevole di ciò. E se avverti anche nausea, bruciore di stomaco, mancanza di respiro, sudorazione, mal di schiena, disturbi del sonno o debolezza, cerca immediatamente aiuto. Un trattamento adeguato entro un'ora migliora enormemente le possibilità di un recupero completo.

3. Grave dolore addominale
Il maggiore disagio nell'addome superiore destro può essere causato da calcoli biliari che bloccano la cistifellea. La cistifellea è un piccolo sacco attaccato al fegato che immagazzina un fluido digerente chiamato bile. Troppo colesterolo nella bile può portare a sassi, che di solito sono innocui, ma possono causare l'infiammazione della cistifellea. Se l'infiammazione progredisce, la cistifellea può rompersi e richiedere un'operazione immediata. Prevenire i calcoli biliari mantenendo un peso sano, esercitando ed evitando cibi ricchi di grassi saturi e trans.

4. Dolore pelvico da accudimento
Dolore acuto e grave nella parte inferiore dell'addome o nella pelvi, spesso accompagnato da sanguinamento vaginale, potrebbe indicare una gravidanza ectopica rottura pericolosa per la vita. Ciò si verifica quando un ovulo fecondato si impianta in un luogo diverso dall'utero. Mentre non è possibile prevenire la gravidanza extrauterina, riconoscerla in anticipo può aiutare a evitare la rottura. Quindi se pensi di essere incinta e hai avuto una precedente gravidanza ectopica o malattie sessualmente trasmissibili, o fumi, assicurati che il tuo medico lo domandi, generalmente attraverso un esame pelvico.

5. Gamba gonfia e tenera
Abbiamo tutti dolori occasionali alle gambe, ma quando il dolore è in un solo polpaccio e accompagnato da gonfiore, prendilo sul serio. Questo potrebbe essere il segno di un coagulo nelle vene della gamba chiamato trombosi venosa profonda (TVP). Il grosso problema con un DVT è che un pezzo del coagulo può staccarsi, viaggiare fino ai polmoni e tagliare l'apporto di ossigeno. Per aiutare a prevenire una TVP, rimanere ben idratati e allungare spesso durante i lunghi viaggi.

Dr. Oz è l'esperto medico a chiamata di . Il Dr. Oz Show va in onda ogni giorno della settimana su CTV alle 16:00. ET e 3:00 CT. Per ulteriori consigli sulla salute di Dr. Oz, clicca qui.

Inserisci Un Commento